Match Report

OSTUNI METTE LA TERZA: SOFFRIAMO MA VINCIAMO A MANFREDONIA

Secondo successo stagionale in trasferta per i gialloblù. Domenica il derby contro Francavilla

14.01.2020

Terza vittoria di fila per la Cestistica Ostuni, questa volta in trasferta, in una partita ostica, difficile e tirata per tutti i 40 minuti. Seppur senza Gennaro Tessitore e Domenico Latella, con cui la società gialloblù ha raggiunto un accordo per la rescissione consensuale, e nonostante l'ingiusta espulsione di Ivan Scarponi nel corso del terzo quarto, i nostri ragazzi non si sono mai disuniti, meritando ampiamente i due punti.

L’avvio della Cestistica è tutto di Antonio Caloia, due rimbalzoni strappati in attacco con due facili appoggi, mentre i padroni di casa si affidano alle scorribande di capitan Gramazio. Kadzevicius inizia a prendere confidenza con il canestro, saranno 24 per lui a fine partita, ma i dauni con Kraljic e Kingsley allungano fino al 23 a 18 del primo quarto: Gramazio allunga fino al più 7, ma subito Maksimovic replica dall’angolo con una bella tripla su assist di Lillo Leo.

Scarponi ci regala il primo vantaggio della partita con un bel sottomano. Mantas ed una bella tripla di Mazzarese ci permettono il primo mini allungo. Kingsley non ci sta, ma i ragazzi di coach Putignano sono in fiducia, Lillo dalla lunetta, Scarponi da casa sua, Mazzarese da sotto con una bella finta, raggiungiamo il più 10, timeout Manfredonia. Il minuto di sospensione funziona: controparziale dei dauni, alla pausa lunga si va 40-43.

Al rientro dagli spogliatoi Mantas due volte spalle a canestro per il più 7, Kingsley cerca di rispondere ma Maksimovic con due canestri dalla media ci tiene a distanza di sicurezza. Sliding doors della partita: contatto Virgilio-Scarponi, il primo arbitro Ceo fischia fallo tecnico a Scarponi che addizionato all’antisportivo fischiato nel primo quarto comporta l’espulsione del giocatore con la maglia numero 16. Salgono perciò in cattedra Kadzevicius e Lillo Leo, da leader, da capitano vero: chiudiamo il terzo quarto in vantaggio di quattro punti, 55-59.

Nell'ultimo periodo partiamo in quarta con 5 punti consecutivi di Lillo, Manfredonia inizia a singhiozzare, tenuta a galla da una tripla di Alvisi. Mazzarese e Alunderis in difesa contro Kingsley pian piano lo mettono ai margini della contesa, con Kadzevicius arriviamo anche al più 10. Ma è ancora lunga. Si fa sentire veemente la reazione dei padroni di casa, con Alvisi e uno stoico capitan Gramazio (in tripla doppia con 11 punti, 11 rimbalzi e 11 assist) per il meno 5, a cui risponde Kadzevicius, ma Kraljic rientra con una tripla per il meno tre. Un tiro libero di Rotundo, ancora Mantas a regalarci il più 5, in una partita dominata in entrambe le zone del campo. Caloia mette la parola fine alla partita segnando 4 tiri liberi.

Un match difficile su un campo ostico, ma portiamo a casa due punti di vitale importanza: non è stata una partita particolarmente bella o brillante, né possiamo dire di aver risolto tutti i problemi, ma questo filotto di tre vittorie era ciò di cui avevamo bisogno, in un periodo in cui chi ci sta davanti non perde praticamente mai terreno. Ci sarà da lavorare giorno dopo giorno, con applicazione, voglia, entusiasmo e gioia per concludere la regular season nel miglior modo possibile: da martedì testa al difficilissimo derby di domenica prossima contro Francavilla, che spesso e volentieri ci mettono in difficoltà negli scontri diretti.

FORZA RAGAZZI!

CLICCA QUI PER IL TABELLINO E LE STATISTICHE

Ufficio stampa Cestistica Ostuni

OSTUNI, A MANFREDONIA LA PROVA DEL NOVE
UNDER 18, SECONDA FASE: CONTRO SAN PIETRO PRIMA VITTORIA DEL 2020