LA CESTISTICA C’E’! DOMENICA IL VERDETTO FINALE

DOMENICA 05 MAGGIO ORE 18.30 GARA 3 PRESSO IL PALAPINTO DI MOLA

04.05.2019

La Cestistica c’è, eccome. Non c’erano altre possibilità, si era con le spalle al muro. Dentro o fuori. 
Ansia, tensione, forse anche un po’ di sana paura, il tempo che scorre lentamente. Finalmente arrivano le 20:30: il palazzetto è uno spettacolo, si respira un’aria a cui siamo, fortunatamente, abituati ma è come fosse sempre la prima volta. 
Una serata praticamente perfetta, un quadro a tinte gialloblu con una cornice di pubblico decisamente da categoria superiore. Tanti appassionati, tanti tifosi sono accorsi al PalaGentile per vivere una bellissima serata di sport. Alla fine a festeggiare è la Cestistica con il patron Tanzarella insieme ai protagonisti ad esultare sotto “la curva” con i QBR. Gara 2 è nostra! 
Non era affatto semplice ma bisognava, da subito, reagire allo schiaffo rimediato domenica scorsa. 
Il Monopoli si presenta con un’assenza importante, senza Boris Bosnjiak, infortunatosi alla caviglia durante la rifinitura di mercoledì 1 maggio. E’ un’assenza importante ma può compattare ulteriormente un gruppo, una squadra, può far trovare energie nascoste, e noi ne sappiamo qualcosa. 
I nostri ragazzi sono uniti, concentrati, carichi e con un unico obiettivo. Si mettono subito le cose in chiaro e con Calabretta, Sherman e Kadzevicius partiamo a razzo. 
Il sorvegliato speciale è Mauro Torresi che in gara uno ci aveva fatto tanto male. Il Monopoli, dopo una fase iniziale di shock, risponde con Rollo e Annese. Il primo quarto si chiude col punteggio di 20 a 11. 
Ad inizio del secondo periodo botta e risposta Annese/Latella. La Cestistica prova ad allungare ma il Monopoli tiene botta e non ci lascia scappare. A metà secondo quarto, prime prove di allungo per la squadra di casa con il fromboliere Latella ed un bel canestro di Bruno dopo un rimbalzo offensivo dello stesso che ci spingono fino al più 12. Monopoli risponde con uno scatenato Zaric (due bombe consecutive) e distanze che si accorciano. Sul finire del quarto una tripla di Latella e due liberi di Sherman ci riportano su un “tranquillo” più 8. Si va alla pausa lunga con il risultato di 38 a 30. 
Al rientro in campo si continua sulla falsariga del periodo precedente con la Cestistica che prova a premere sull’acceleratore, grazie soprattutto ad uno scatenato Sherman al quale Varrone non riesce a prendere le contromisure e gli ospiti bravi a non consentire lo strappo decisivo. Nelle fila del Monopoli brilla la classe di Torresi, comunque limitato grazie alla super difesa di Manchisi. Sul finire del tempino però l’Ostuni ha il merito di allungare il vantaggio raggiungendo la doppia cifra. La sirena del terzo quarto suona con i gialloblù avanti 12 lunghezze (56 – 44). 
Un dato più di ogni altro ci piace evidenziare: la difesa! Se in gara 1 la Cestistica aveva smarrito “la sua identità”, le sue peculiarità, in questa partita le ha ritrovate e volute con forza, cuore e orgoglio. Prova lampante ne è il punteggio: in gara 1 subiti 38 punti alla fine del 1° periodo, in gara 2 subiti 44 punti dopo tre quarti di gara! 
Su queste basi si può far bene ed andare lontano. E lo facciamo. Nell’ultimo periodo ci spingiamo fino al più 17 controllando sapientemente il match e gestendo le forze. Il risultato finale è 73 – 56. 
Tutto è rimandato alla “bella”. Pochissimi giorni per ricaricare le batterie e recuperare le energie sia fisiche che mentali. 
Domenica, a prescindere da chi andrà in campo, ci aspetta un’altra battaglia. Noi siamo pronti, vi aspettiamo tutti a Mola.

Ufficio stampa e comunicazione - Cestistica Ostuni

LA CESTISTICA OSTUNI VOLA IN SEMIFINALE!
TONFO CESTISTICA. IN FINALE CI VA IL MONOPOLI