Match Report

IL DERBY È DELLA CESTISTICA: FRANCAVILLA BATTUTA IN UN MATCH AL CARDIOPALMA

Ostuni vince 71-72 tra le mille emozioni. Espugnato il palasport di Ceglie Messapica

21.10.2019

La Cestistica Ostuni batte Francavilla per 71-72 al termine di un derby combattuto quanto corretto, in campo e fuori: è la seconda vittoria di fila per i gialloblù del patron Tanzarella, la prima in trasferta dopo il ko di Monteroni all'esordio. La squadra di coach Romano sale dunque a 4 punti, a 2 lunghezze di distanza dalla coppia Monopoli-Molfetta, a punteggio pieno dopo tre giornate.

Ostuni inizia subito bene con i canestri di Alunderis e Scarponi, ma il Villa ribatte con una schiacciatona di Omeragic e i canestri di De Ninno: saranno loro due a trascinare i biancoblù nel primo quarto che si chiude con una tripla di Tessitore per il 16-19 per la Cestistica. All'inizio del secondo periodo Scarponi e Latella provano a costruire un minivantaggio: dopo tre minuti è più 7 Ostuni. Ma i padroni di casa (si fa per dire, dato che si giocava a Ceglie) rispondono con Pappalardo e ancora Omeragic: il match è bello e combattuto, Argentiero porta i suoi sul -1 ma Kadzevicius, glaciale, risponde, e alla pausa lunga la Cestistica è avanti di 3.

 

Al rientro in campo il leit motiv non cambia: Ostuni che prova ad allungare, il Francavilla resta attaccato alla partita, soprattutto con De Ninno. A salire in cattedra, in una Cestistica il cui gioco va ad intermittenza, sono Lillo Leo e Luca Calabretta: il primo dà lezioni di post basso alla lavagna, il secondo si francobolla al play avversario Murolo non facendolo respirare. Alcune buone azioni si alternano però a troppi frangenti in cui la palla resta ferma: a 2'31" da fine terzo quarto proviamo a scappare sul +8 con una tripla di Tessitore.

Ma il Villa è bravo a non disunirsi mai e a restare aggrappato alla partita, con grande cuore: quella di coach Alba non a caso è tra le sorprese di questo avvio di stagione, con giocatori giovani e forti. Il quarto periodo è infuocato: Lillo tiene a distanza i padroni di casa, Prete con 4 punti di fila li mantiene vivi. A metà dell'ultimo quarto siamo sul +8, ma Pappalardo De Ninno e Murolo firmano un parziale di 8-0 che porta il punteggio sul 66 pari: Mantas risponde ancora da tre punti, serafico, Murolo gli risponde a tono, 69-69.

Forse subentra un po' di timore: in attacco gestiamo male, Omeragic subisce fallo e fa 2/2, +2 Francavilla. Lillo subisce fallo ma in lunetta non va oltre l'1/2. De Ninno perde palla, Scarponi non perdona e con un canestro dall'altissimo quoziente di difficoltà ci riporta col muso avanti: 71-72 a 30 secondi dalla fine. Il Villa ha il pallone della vittoria in mano: Murolo non riesce a superare Calabretta e Leo, la palla va a Prete che sbaglia da tre, Tessitore cattura il rimbalzo più importante della partita e vinciamo noi.

Dopo domenica scorsa, un'altra vittoria non del tutto convincente: ma in un derby, difficile e combattuto, contro una squadra per noi sempre ostica, abbiamo tirato fuori tanto carattere. Solo tanto duro lavoro in palestra potrà farci tirare fuori tutto il nostro potenziale, che finora abbiamo dimostrato soltanto a tratti: ma una menzione d'onore la merita Lillo Leo, che dopo tanti mesi di sofferenza lontano dai campi e ad allenarsi da solo, tra fisioterapia e preparazione, ha fatto vedere chi è. E lo ha fatto contro il 'suo' Francavilla, dopo qualche settimana complicata.

"Abbiamo avuto una settimana difficile e complicata, poi venivamo da una partita vinta ma non giocata benissimo: oggi era importante portare a casa i due punti su un campo difficile - le parole di capitan Leo a fine partita - Possiamo sicuramente fare meglio, ma posso solo dire che è una vittoria che ci voleva e fa morale: ora testa a domenica prossima perché arriva Lecce. Questo è un campionato strano, partite facili non ce ne sono. Questa squadra può solo crescere, perché è una squadra forte con giocatori forti: sono molto fiducioso per la nostra crescita".

Domenica prossima al PalaGentile arriva infatti la Lupa Lecce, in un'altra partita che si preannuncia difficilissima: i salentini vengono da un brutto stop interno contro Vieste e saranno arrabbiati e motivati a portare a casa i due punti. Noi avremo una settimana di tempo per risolvere i nostri problemi e limare gli errori. Forza ragazzi!

CLICCA PER LE STATISTICHE COMPLETE DELLA PARTITA

Ufficio stampa Cestistica Ostuni

UN DERBY DI FUOCO: LA CESTISTICA OSTUNI AFFRONTA IL FRANCAVILLA
CESTISTICA OSTUNI, PRIMO BIG MATCH: AL PALAGENTILE ARRIVA LA LUPA LECCE