Prematch

OSTUNI A MOLFETTA, PUTIGNANO VS CAROLILLO: UNA SFIDA AFFASCINANTE

I gialloblù tornano al PalaPoli dopo quasi dieci anni, contro la capolista ancora imbattuta

16.11.2019

Partita difficilissima per la Cestistica Ostuni di coach Giovanni Putignano, che affronterà in trasferta al PalaPoli la Pavimaro Basket Molfetta. I biancorossi, allenati dal nostro ex allenatore Sergio Carolillo comandano la C Gold dall’alto di sei vittorie in altrettante partite: per i gialloblù sarà un ritorno al PalaPoli a tanti anni dalle tante sfide in Serie B, la prima volta da quando esiste la Cestistica.

Molfetta è una squadra forte, molto fisica e con giocatori abituati a vincere. Nel ruolo di playmaker troviamo un altro nostro ex, Federico Angelini, a Ostuni nella stagione 2014/15: tiratore mortifero sia dal palleggio che dagli scarichi, negli ultimi anni è diventato un giocatore importantissimo in questa Serie C, pur essendo ancora giovanissimo (classe 1996).

Nel ruolo di guardia troviamo Mantvydas Staselis, lituano classe 1994, un passato tra Zalgiris, Spagna e Salerno (20.2 di media l'anno scorso in C Gold in Campania): attualmente viaggia a 28 punti a partita ed è anche il giocatore più utilizzato del girone (38 minuti di media). Attaccante clamoroso per la categoria, è un giocatore totale, capace di attaccare in tanti modi, sia al ferro sia in arresto e tiro.

Nel ruolo di numero 3 troviamo Francesco Didonna, ex capitano a Mola di Bari (con cui ha disputato anche la serie B): giocatore esperto, dinamico e di sicura affidabilità per questo campionato. Nel ruolo di ala forte invece il titolare è Gianluca Serino: 4 atletico e verticale con mano molto educata, l’ex Ruvo è un punto fondamentale del team di Carolillo.

Altro giocatore da tenere d'occhio, grande stella dei biancorossi, è un altro lituano e lo conosciamo bene: Benas Bagdonavicius, dopo la promozione in B raggiunta con Corato due stagioni fa e l'altra promozione conquistata con Ruvo lo scorso giugno, è uno dei lunghi più forti di questa Serie C Gold. Un cyborg perfetto, forte fisicamente, grande rimbalzista e capace di far male sia fronte che spalle a canestro. l

Dalla panchina nel ruolo di play/guardia l’esperienza di Andrea Maggi, tra i tre superstiti di quella fantastica sfida nei playoff 2008 per la A Dilettanti (gli altri sono i nostri Antonio Caloia e Lillo Leo, oltre ovviamente ai due allenatori): nonostante la carta d'identità dica 39, Maggi recita ancora con la sua classe giocatore un ruolo importante in questo roster molto giovane. Sempre dalla panchina, Fabio Cuccarese si sta dimostrando un buonissimo cambio per gli esterni e un tiratore mortifero, che si è messo in luce in questi primi due mesi di campionato. Come cambio dei lunghi troviamo invece Danilo Feruglio, ex Monopoli, che garantisce minuti di qualità nelle rotazioni, mentre completano il roster Francesco Mongelli e Paolo Azzollini.

Dal canto suo la Cestistica dovrà ripartire dai progressi visti in difesa contro Vieste, in termini di intensità difensiva, ma dovrà certamente migliorare qualcosa in attacco: talento e capacità non mancano senza dubbio. Una sfida affascinante come quella di Molfetta, un altro capitolo della grande sfida tra due coach dal pedigree importante come Giovanni Putignano e Sergio Carolillo, non potrà che fornire grandi motivazioni per una grande prestazione. L'appuntamento è per domenica alle 19 al PalaPoli di Molfetta: arbitreranno il match i signori Giulio Di Vittorio di Ruvo di Puglia e Aldo Procacci di Corato.

Forza ragazzi, crediamoci!

Ufficio stampa Cestistica Ostuni

 

UNDER 18, LA CESTISTICA KO IN CASA CONTRO NOICATTARO
LA CESTISTICA LOTTA MA NON BASTA: MOLFETTA RESTA IMBATTUTA