Match Report

OSTUNI, ALTRA SCONFITTA: MOLFETTA ESPUGNA IL PALAGENTILE

I gialloblù lottano ma non basta, la squadra di Carolillo trionfa al fotofinish. Finisce 78-84

19.02.2020

La Cestistica Ostuni lotta ma non basta: ad avere la meglio, nel difficile match contro Molfetta, sono proprio gli uomini di coach Carolillo, non a caso secondi in classifica, squadra lunga e competitiva, in questo momento una spanna avanti a noi. I gialloblù, cresciuti sotto l'aspetto della tenuta mentale e della condizione fisica, hanno tenuto bene per quasi tutta la partita, prima di due triple pesantissime di Andrea Maggi che hanno segnato la gara e portato i due punti agli ospiti.

Avvio tutto biancorosso, con Molfetta guidata da un super Federico Angelini che fa male alla difesa gialloblù sia in penetrazione sia dalla lunga distanza. La Cestistica però c'è e risponde veementemente con Scarponi e la grinta di Caloia, recuperato dopo un fastidio alla schiena nel corso della settimana: il primo quarto si chiude in parità a quota 20.

Nel secondo quarto nuovo tentativo di allungo per i viaggianti con le triple di Azzolini e di uno scatenato Serino. Il timeout di Putignano porta i frutti sperati: Lillo Leo porta a scuola i lunghi avversari e suona la carica con 8 punti di fila ma Molfetta è brava a non disunirsi e risponde con Ippedico e il solito Angelini. All'intervallo è ancora parità sul 45-45, con una grande difesa su Staselis e Bagdonavicius in panchina con tre falli.

Alla ripresa delle ostilità cerca di salire in cattedra proprio Bagdonavicius, ma la Cestistica risponde con il cuore e la grinta grazie a Maksimovic e Rotundo: alla penultima sirena è 61-62 e l'ultimo quarto è tutto da vivere. Staselis esce dal torpore della partita con due contropiedi chiusi con un facile lay-up, Maggi colpisce due volte dalla lunga distanza, ancora time-out per i padroni di casa, ma Staselis ne infila altri 4 di fila e Molfetta vola sul +10.

La Cestistica non molla, Lillo segna da tre in transizione, in difesa lottiamo e ci riavviciniamo sul -5: avremmo addirittura i due tiri liberi per arrivare ad un solo possesso di svantaggio, ma uno stremato Alunderis fa 0/2 dalla lunetta. Titoli di coda e Molfetta che espugna il Palagentile per 78-84. Abbiamo lottato e ci abbiamo messo impegno, cuore, aggressività e voglia: paghiamo ancora una volta l'assenza di Kadzevicius e le rotazioni limitate, alle quali bisogna aggiungere la condizione non eccellente di Caloia.

Domenica carichi ad Altamura per portare a casa due punti che ci servono come il pane.

FORZA RAGAZZI!

IL TABELLINO (clicca per le statistiche complete)

Ufficio stampa Cestistica Ostuni

OSTUNI, ARRIVA LA VICECAPOLISTA MOLFETTA
OSTUNI, TRASFERTA OSTICA AL PALAPICCINNI DI ALTAMURA